Joomla 2.5 Slideshow created by users based hosting reviews hosing guide and ratings.
The best web hosting reviews updated with new hosting providers. HostGator Reviews ratings and coupon codes.

Psicologia e Sessuologia: dalla A alla Z

 

A | B | C | DEF | GHILMNOP | RSTUVZ

 

Aborto: interruzione della gravidanza entro i primi 3 mesi dalla data dell’ultima mestruazione.Può essere spontaneo o indotto volontariamente.

Afrodisia: eccitazione sessuale morbosa. Erotismo esagerato.

Afrodisiaci: tutte le sostanze che stimolano e provocano desiderio ed eccitazione sessuale.

Aids: sindrome da immunodeficienza acquisita. Alterazione delle difese immunitarie dell’organismo causata dal virus HIV, che può essere trasmesso attraverso il diretto contatto con il sangue oppure attraverso lo sperma e, quindi, i rapporti sessuali non protetti.

Amenorrea: assenza di mestruazioni.

Amplesso (letteralmente abbraccio): termine indicante l’atto sessuale.

Anafrodisia: mancanza congenita o acquisita del desiderio sessuale e impossibilità di ottenere l’orgasmo durante il rapporto pur avendone desiderio. Le cause possono essere soprattutto psicologiche. Può trattarsi di una condizione sia temporanea che permanente.

Anafrodisiaco: sostanza che inibisce il desiderio sessuale.

Analisi del seme: analisi microscopica del liquido seminale eseguita per determinare il numero di spermatozoi per centimetro cubo, valutarne la forma, le dimensioni e la capacità di movimento.

Anamnesi psicosessuale: raccolta delle informazioni riguardanti il vissuto psichico, fisiologico e patologico e rilevazione dei sintomi manifestati, con lo scopo di formulare una diagnosi.

Androfobia: paura ossessiva degli uomini. Nelle donne si manifesta con un'avversione verso tutte le attività sessuali con il sesso opposto e anche verso il matrimonio. L’androfobia può essere causata da violenze subite nell’infanzia o esperienze sessuali precoci spiacevoli.

Androgeni: ormoni sessuali maschili che controllano lo sviluppo e la funzioni degli organi sessuali.

Androgino: individuo che presenta contemporaneamente le caratteristiche di entrambi i sessi. Con tale termine si indica spesso una donna con aspetto, voce e modi tipicamente maschili, oppure un uomo che assomigli o agisca come una donna.

Andrologia: disciplina medico-scientifica che si occupa della salute maschile con particolare riferimento alle disfunzioni dell’apparato riproduttore e urogenitale.

Andrologo: specialista in andrologia. Corrispettivo del ginecologo.

Andropausa: termine che indica il corrispettivo della menopausa femminile e in particolare del climaterio. L’andropausa provoca un calo della produzione del testosterone che, tuttavia, non intacca la capacità riproduttiva.

Anedonia: assenza di ogni sensazione del piacere.

Aneiaculazione: mancata fuoriuscita di sperma (eiaculato) al termine di un rapporto sessuale. Lo sperma non è rintracciabile neanche nella successiva minzione, come invece avviene nel caso dell’eiaculazione retrogada. L'analisi delle urine, finalizzata alla ricerca di spermatozoi nell'urina, permette di distinguere tra l’una e l’altra patologia.

Anestesia sessuale: totale indifferenza sessuale dovuta alla mancanza di stimoli sia fisici che psichici.

Anorgasmia: disturbo sessuale caratterizzato da mancanza di orgasmo. Presente soprattutto nelle donne, le quali pur provando desiderio sessuale ed eccitamento, non riescono a raggiungere l’orgasmo durante il rapporto sessuale. Le cause sono soprattutto psicologiche.

Anovulazione: mestruazione senza ovulazione dovuta ad una mancata maturazione dei follicoli nell’ovaia con conseguente sterilità della donna. Indotta artificialmente da farmaci e ormoni.

Ansia da prestazione: condizione di tensione psichica e di agitazione presente in un individuo al momento dell’atto sessuale, dettata dalla paura di non riuscire a portare a termine in modo soddisfacente il rapporto sessuale.

Anticoncezionali (contraccettivi): tecniche di diversa natura mirate ad evitare la fecondazione. Si é soliti classificarli in: metodi naturali (Ogino-Knaus o astinenza periodica, temperatura basale, Billings o del muco cervicale); metodi di barriera (preservativo, diaframma, spirale o IUD, tamponi); metodi chimici (creme, spray, candelette, lavande, compresse, gelatine, preservativo solubile); metodi ormonali (pillola, cerotto, anello vaginale). Tra i metodi naturali viene erroneamente considerato anche il coito interrotto.

Asessuato: individuo che non avverte impulsi sessuali.

Aspermia: mancanza completa di sperma o assenza di eiaculazione con conseguente sterilità. Può essere causata da gravi malattie che debilitano l’organismo, dall’assunzione di alcuni medicinali o da malattie infiammatorie dei dotti eiaculatori. Assenza degli spermatozoi nel liquido seminale eiaculato.

Astenia sessuale: episodi di erezione insufficiente (semierezione) o di eiaculazione precoce dovuti a debolezza sessuale.

Astenospermia: Termine che indica un’alterazione dello spermatozoo che risulta deformato e meno mobile del normale. Causa la sterilità in quanto lo spermatozoo non ha l’energia sufficiente per penetrare nell’ovulo da fecondare.

Autoerotismo (masturbazione): attività sessuale finalizzata alla ricerca del piacere senza ricorrere al rapporto sessuale con altri. Comportamento erotico rivolto su se stessi.

Autoscopofilia: pratica sessuale che consiste nel provare piacere attraverso la vista di se stessi e del partner durante i giochi erotici e il rapporto sessuale. Questa pratica, che é molto comune sia nei rapporti di coppia sia in caso di atti autoerotici, viene, di solito, realizzata con l’aiuto di specchi, di macchine fotografiche munite di autoscatto e a sviluppo istantaneo, di telecamere e videoregistratori.

Azoospermia: Mancanza totale o parziale di spermatozoi nel liquido seminale maschile per mancata formazione di spermatozoi nel testicolo oppure a mancata emissione di spermatozoi per ostruzione delle vie spermatiche. L’azoospermia completa é causa di sterilità assoluta, mentre quella parziale indica la presenza di un numero limitato di spermatozoi.

TORNA SU


Bisessuale: individuo (maschio o femmina) che prova soddisfazione sessuale da rapporti con persone di entrambi i sessi.

Bondage: atto del legare o immobilizzare il partner o parti del suo corpo durante l’atto sessuale o durante i preliminari.

TORNA SU


 

Callipagia: attrazione erotica per le natiche. Nell’antichità la grossezza delle natiche era ritenuta segno di grande bellezza e attitudine alla fecondità.

Candida (candidosi): è la più frequente infezione vaginale provocata da un miceto (fungo) dovuta ad un abbassamento delle difese immunitarie nel corpo umano. Le cause possono essere varie: presenza di ormoni diversi (es. donne che assumono la pillola o donne in gravidanza); cause iatrogene (es. uso di antibiotici, corticosteroidi ecc.) o patologiche quali il diabete mellito. Il ruolo della trasmissione per via sessuale non è da ritenersi significativo. Anche l’uso di biancheria intima troppo stretta o in tessuto sintetico può essere collegato alla comparsa di candidosi. Si può curare con sostanze specifiche a base di antimicotici.

Caratteri sessuali: insieme di caratteristiche fisiche e psichiche che differenziano i maschi dalle femmine. Si distinguono in primarie (quelli che servono alla procreazione come le ghiandole genitali e gli organi della riproduzione) e secondari (es. peli e voce profonda nell’uomo e seni e fianchi larghi nella donna).

Castrare: asportare i testicoli di un maschio o le ovaie di una femmina.

Cervice uterina o collo dell’utero: parte inferiore dell’utero. E’ il punto di giunzione tra il corpo dell’utero e la vagina. 

Ciclo mestruale o ovarico: inizia il primo giorno che compare la mestruazione e termina il giorno prima dell’inizio della mestruazione successiva. Il ciclo, la cui lunghezza varia dai ventuno ai quaranta giorni (la media è di ventotto giorni) si instaura con la prima mestruazione (menarca) che si verifica nella pubertà e cessa con la menopausa.

Ciesofobia: paura della gravidanza.

Circoncisione: asportazione chirurgica del prepuzio, ossia della pelle che circonda il glande. Praticata a scopo terapeutico o igienico, come rito di stampo religioso presso alcune civiltà (presso gli ebrei e i musulmani), o con valore iniziatico.

Climaterio: periodo della vita comune sia all’uomo che alla donna in cui a seguito di un’involuzione nella funzionalità delle ghiandole sessuali, si hanno nell’organismo delle modificazioni nella produzione di ormoni e dei meccanismi legati alla capacità riproduttiva.

Clitoride: organo dell’apparato esterno sessuale della donna, situato a livello della parte anteriore e superiore della vulva nel punto di congiungimento delle piccole labbra. Ricco di terminazioni nervose, è, dunque, sensibilissimo alle stimolazioni erotiche (orali, manuali, coitali).

Criptorchidismo: anomalia del testicolo che non occupa la posizione naturale nello scroto. Il criptorchidismo è frequente alla nascita. Una diagnosi entro il secondo anno di vita consente di risolvere il problema con la terapia farmacologica o con il riposizionamento chirurgico del testicolo nella sacca scrotale.

Coito: atto sessuale in cui l’organo sessuale maschile viene introdotto in quello femminile. Culmina nell’orgasmo, il massimo delle soddisfazioni erotiche.
Coito interrotto: metodo che consiste nell’interruzione brusca e repentina del rapporto in prossimità dell’eiaculazione. Utilizzato come metodo anticoncezionale, non offre particolari garanzie in quanto é sempre possibile la fuoriuscita di qualche goccia di sperma sufficiente per la fecondazione.

Condilomatosi: infezione venerea comunemente conosciuta come “creste di gallo”, causata dal Papilloma Virus (HPV), caratterizzata da escrescenze carnose che si sviluppano a livello dei genitali interni ed esterni, dell’ano e su qualsiasi mucosa interessata al rapporto. La massima vulnerabilità si colloca tra i 16 e i 25 anni. Le più colpite sono le donne.

Condom (preservativo): Dal nome del dottor Condom vissuto alla corte di Carlo II d’Inghilterra nel XVIII secolo. È un anticoncezionale meccanico di uso maschile consistente in una sottile guaina di gomma naturale o sintetica che avvolge il pene durante il coito impedendo il passaggio degli spermatozoi nell’utero e salvaguardando, contemporaneamente, sia l’uomo sia la donna da eventuale contagio di malattie veneree o altre infezioni virali.

Coprofilia: perversione sessuale che consiste nel cercare eccitazione ed orgasmo attraverso la vista della defecazione o l’odore o il contatto fisico con gli escrementi.

Cunnilinctus, cunnilingus, cunnilinguo (corrispettivo della fellatio): stimolazione dei genitali femminili (specialmente clitoride e orifizio vaginale) tramite la bocca, la lingua o le labbra per provocare l’orgasmo.

TORNA SU

Deflorazione: atto mediante il quale il pene penetra per la prima volta nella vagina lacerando l’imene che ne chiude parzialmente l’accesso. Si tende a considerare ancora oggi la rottura dell’imene come segno della perdita della verginità.

Detumescenza: ritorno graduale alla normalità della zona genitale eccitata.

Diaframma: contraccettivo meccanico o di barriera. È costituito da una membrana di gomma di forma rotonda o ovale che viene inserita nella vagina prima del rapporto sessuale per impedire il passaggio dello sperma nell’utero.

Disfunzioni orgasmiche (anorgasmia): disturbi della sessualità maschile e femminile relativi all’orgasmo.

Disfunzioni sessuali: tutti quei disturbi che riguardano la sfera sessuale e che impediscono di avere un rapporto soddisfacente e pienamente appagante.

Dismenorrea: mestruazione particolarmente dolorosa con crampi addominali.

Dispareunìa: indica l’insorgenza di dolore durante il rapporto sessuale. Colpisce sia la donna che l’uomo (anche se in misura minore). Le cause psicologiche sono le più frequenti. Nella donna può essere, ad esempio, espressione di un rapporto vissuto come evento sgradevole. Tra le disfunzioni fisiche più frequenti vi è un insufficiente lubrificazione della vagina, infezioni e/o infiammazioni delle vie genitali, imene imperforato o rigido, malformazioni ecc.

Dispermìa: penetrazione di due spermatozoi nell’uovo.

TORNA SU

Eccitazione sessuale: condizione mentale e fisica che prepara l’individuo all'attività sessuale. Può essere provocata da immagini, suoni, pensieri, contatti o odori e può essere messa in relazione con l’amore. L’eccitazione sessuale raggiunge il culmine nell'orgasmo.

Edonismo: ricerca del piacere in tutte le sue forme.

Eiaculatio ante portam: eiaculazione che avviene prima dell’introduzione del pene in vagina.

Eiaculazione: è il riflesso conclusivo dell’orgasmo maschile con la fuoriuscita dello sperma attraverso il canale eiaculatorio. Oltre che nel rapporto sessuale completo, l’eiaculazione può avvenire per polluzione, per masturbazione, per giochi sessuali o per stimoli vari.

Eiaculazione anedonica: stato patologico dell’atto sessuale in cui l’eiaculazione avviene senza orgasmo (e, dunque, senza provare piacere).

Eiaculazione precipitata: emissione prematura di sperma subito dopo l’erezione. La presenza di questo fenomeno caratterizza l’impotenza parziale.

Eiaculazione precoce: emissione di sperma prima o immediatamente dopo la penetrazione. Disfunzione sessuale molto comune. E’ dovuta all’incapacità di controllare volontariamente il riflesso eiaculatorio. Può essere considerato normale nei primi rapporti sessuali. Raramente la causa è di tipo organico mentre frequentemente le cause sono psicologiche, quali eccessiva eccitazione e/o ansia.

Eiaculazione retrograda: disturbo dell’eiaculazione di origine organica in cui il liquido seminale non viene espulso dal pene ma si riversa nella vescica invece che nell’uretra.

Eiaculazione ritardata: disfunzione sessuale che ritarda notevolmente l’eiaculazione, la quale, talvolta, é addirittura impossibile anche dopo notevole stimolazione.

Emissione notturna (polluzione notturna): è caratterizzata da involontaria fuoriuscita di liquido seminale durante il sonno, specie nella pubertà.

Endometrio: strato di mucosa che ricopre la cavità uterina. Mensilmente subisce una serie di modifiche fino allo sfaldamento e all’eliminazione attraverso una piccola emorragia (mestruazione). In caso di gravidanza consente l’impianto dell’ovulo all’interno dell’utero.

Erezione: processo fisiologico mediante il quale vi è un inturgidimento del pene che raddoppia la sua lunghezza e circonferenza.

Ermafroditismo: presenza in uno stesso individuo di entrambi i caratteri sessuali maschili e femminili.

Erotismo: atteggiamento dell’individuo nei confronti della sessualità caratterizzato dall’insieme di istinti, passioni, desideri e ricerca del piacere.

Erotomania: esasperato desiderio sessuale caratterizzato da un erotismo patologico.

Esibizionismo: eccitazione sessuale ricavata dal mostrare i propri organi genitali a persone che non se lo aspettano.

Eterosessuale: attrazione sessuale per persone del sesso opposto al proprio.

TORNA SU

Fallo (pene): organo sessuale maschile.


Fecondazione: unione dello spermatozoo con l’ovulo femminile da cui ha origine un nuovo essere vivente.


Fellatio: stimolazione orale dei genitali maschili.


Feromoni o ferormoni: sostanze chimiche che esercitano un forte richiamo sessuale per il loro odore caratteristico, emesse da ghiandole situate nella vulva o dalla pelle.


Feticismo: deviazione sessuale per la quale l’eccitamento sessuale è determinato da un oggetto inanimato (feticcio): per lo più parti del corpo o un capo d’abbigliamento qualsiasi.


Fimosi: restringimento della pelle del prepuzio, tale da rendere dolorosa o impossibile la scopertura del glande e quindi il rapporto sessuale. Solitamente tale restringimento non è tanto pronunciato da provocare problemi alla minzione, ma quando ciò succede per  prevenire ulteriori problematiche anche gravi si interviene chirurgicamente tramite circoncisione. A questa anomalia si associa facilmente un frenulo corto. In taluni casi si pratica anche il taglio del frenulo.


Fornicazione: rapporto sessuale illecito riferito per lo più all’adulterio e all’incesto.

Frenulo (del pene): sottile ripiegatura di pelle che unisce il glande al prepuzio. E’ la parte più erogena del pene perché ricca di terminazioni nervose e di vasi sanguigni. In alcuni individui il frenulo rimane corto e impedisce al prepuzio di scoprire sufficientemente il glande provocando fastidio o dolore durante l’erezione e nel rapporto sessuale. Il problema viene risolto con un piccolo intervento di frenulotomia.


Frotteurismo: parafilia (vd) caratterizzata da impulso a toccare e a strofinarsi contro una persona non consenziente e totalmente vestita e da palpeggiamento di parti del corpo in luoghi affollati.

FSH (ormone follicolo – stimolante): ormone prodotto dall’ipofisi in grado di promuovere la spermatogenesi nell’uomo e la maturazione del follicolo ovarico nella donna.

TORNA SU

Gay: sinonimo inglese di omosessuale.

Gamete: cellula della riproduzione maschile o femminile: lo spermatozoo o la cellula uovo

Genitali: organi sessuali e riproduttivi.

Gerontofilia: attrazione sessuale morbosa per le persone anziane.

Ginecofobia: repulsione patologica per la donna.

Ginecomania: amore esasperato per le donne.

Gonadi: sono le ghiandole sessuali, le ovaie nella donna e i testicoli nell’uomo. Le prime site nell’addome e i secondi nello scroto, funzionano anche come ghiandole endocrine, cioè secernono ormoni importanti al corretto funzionamento del sistema riproduttivo e al controllo dei caratteri sessuali.

Gonadotropine: ormoni in grado di regolare l’attività delle gonadi. Comprendono l’ormone follicolo stimolante FSH e l’ormone luteinizzante LH. La gonadotropina corionica HCG è un ormone prodotto dalla placenta la cui funzione è quella di mantenere l’attività del corpo luteo, che secerne estrogeni e progesterone, durante la gravidanza. La ricerca dell’HCG nelle urine femminili costituisce uno dei più comuni test di gravidanza.


Gonorrea: malattia a trasmissione sessuale causata dal batterio gonococco, localizzabile a livello genitale, anale e orale. I sintomi nell’uomo sono: pruriti, bruciori a livello dell’uretra e secrezione purulenta; nella donna è per lo più asintomatica.

Grandi labbra: sottili pliche di pelle poste esteriormente all’apertura vaginale. Esse variano per forma, colore e dimensione da donna a donna. Sulla superficie esterna delle grandi labbra sono presenti un gran numero di ghiandole sebacee e sudoripare.

Griposi peniena: incurvamento del pene durante l’erezione. Può essere in senso laterale, dorsale o ventrale. Si possono distinguere due forme: congenita o acquisita. La prima è sempre connessa ad un anomalia dello sviluppo delle componenti anatomiche del pene e si manifesta durante le prime erezioni del bambino, mentre la seconda può essere dovuta a traumi o microtraumi. Nei casi in cui la curvatura è tale da rendere impossibile la penetrazione o da provocare dolore  ad uno o entrambi i partner nel rapporto sessuale si interviene chirurgicamente. Tali alterazioni possono essere inoltre alla base di disturbi psicologici e problemi nel rapporto con la partner.

 TORNA SU

Herpes genitale: malattia a trasmissione sessuale provocata dal virus Herpes simplex caratterizzata da vescichette sulle mucose genitali che originano piccole piaghe dolorose.

Hiv (Human Immunodeficiency Virus): virus dell’immunodeficienza umana, responsabile dell’ AIDS.

TORNA SU

Imene: sottile membrana posta all’ingresso della vagina. Di forma, sviluppo, spessore ed elasticità variabili. È intatto nella donna vergine.

Impotenza: disturbo sessuale maschile che impedisce l’erezione sufficiente ad espletare il rapporto sessuale. Può avere cause organiche, farmacologiche e psicologiche.

Incesto: rapporto sessuale tra un individuo e un parente stretto, proibito e condannato in quasi tutte le società.

Infertilità: incapacità maschile e femminile di avere figli. Sinonimo di sterilità.

Infibulazione: pratica primitiva in base alla quale si suturavano le piccole e le grandi labbra della vagina per proteggere l’imene.

Ipogonadismo: condizione caratterizzata da una carente funzione delle ghiandole sessuali o gonadi. Le più frequenti cause di ipogonadismo, sia nell’uomo che nella donna, sono di tipo genetico (sindrome di Klinefelter o di Turner), congenito (malformazioni anatomiche dell’apparato genitale), acquisite (lesioni infettive, tossiche, radianti), secondarie a patologie ipofisarie o ipotalamiche (ipopituitarismo, tumori, iperprolattinemia, anoressia nervosa ecc.). La terapia consiste nella somministrazione di ormoni atti a ricreare un funzionamento ormonale simile a quello naturale.

Isterectomia: intervento demolitivo dell'apparato sessuale femminile per causa di diversa natura che consiste nell'asportazione dell'utero. Ad esso può anche associarsi l'asportazione di una o di entrambe le ovaie.

TORNA SU

Leucorrea: secrezione biancastra degli organi sessuali femminili spesso indice di infezione. Vedi. vaginite

Lesbismo: omosessualità femminile.

LH ormone luteinizzante: ormone ipofisario che stimola l’ovulazione, mantiene la secrezione di progesterone da parte del corpo luteo e regola la secrezione di testosterone da parte delle cellule testicolari di Leydig.

Libido: termine latino che indica voglia e desiderio, in sessuologia si riferisce al desiderio sessuale.

Lubrificazione: processo di secrezione dal pene e dalla vagina di liquido organico che agisce come lubrificante naturale per facilitare il rapporto sessuale e la penetrazione.

TORNA SU

Malattie veneree o sessualmente trasmissibili: infezioni che interessano l’apparato genitale e causate dalla trasmissione di batteri, virus, parassiti o funghi che passano da un corpo all’altro, spesso attraverso il rapporto sessuale. Le più conosciute sono: gonorrea, sifilide, clamidia, candidiasi, condilomatosi, tricominasi, ulcera venerea, herpes virus, Aids, epatite B o C. Possono causare infertilità sia nell’uomo che nella donna se trascurate o mal curate. Può essere ridotto sensibilmente il rischio di contagio adottando semplici misure di prevenzione, norme igieniche, preservativi, prudenza nei rapporti sessuali specie se con sconosciuti.

Masochismo: deviazione sessuale che consiste nell’eccitazione e nel piacere provocati da violenza fisica e morale inflitta sulla propria persona.

Masturbazione: autoerotismo.

Menarca: sinonimo di prima mestruazione.

Menopausa: cessazione dell’ovulazione e delle mestruazioni che avviene nelle donne in età tra i 45 e i 55 anni.

Mestruazione: fenomeno ciclico che consiste nella fuoriuscita periodica di sangue e che si verifica quando l’uovo non sia stato fecondato e non si sia impiantato nell’utero, ha luogo durante l’intero arco del periodo riproduttivo della donna, che va dal menarca alla menopausa.

Misoginia: avversione e odio nei confronti della donna.

TORNA SU

Narcisismo: eccessivo amore per se stessi.

Necrofilia: perversione sessuale caratterizzata dal piacere prodotto dalla vista o dal contatto sessuale con un cadavere.

Ninfomania:
deviazione sessuale femminile caratterizzata da una ricerca compulsiva di partner con cui avere rapporti sessuali.

TORNA SU

Oligoazoospermia (oligospermia): riduzione del numero degli spermatozooi nello sperma. L’oligoazoospermia è causa di bassa fertilità e non di sterilità completa. La terapia, quando è possibile, è quella della cura della malattia che la provoca.

Omofobia: paura e avversione per l’omosessualità.

Omosessualità: attrazione erotica e sessuale nei confronti di persone del proprio sesso.

Orchialgia: sindrome dolorosa del testicolo

Orgasmo:
picco del piacere sessuale della durata di alcuni secondi accompagnato da un particolare stato di coscienza.

TORNA SU

Pap-Test: test diagnostico per la donna per accertare l’assenza di tumori della cervice uterina e dell’endometrio

Parafilia: perversione sessuale caratterizzata da un'attrazione anormale e morbosa rivolta ad oggetti inusuali o persone non consenzienti.

Pedofilia: attrazione sessuale morbosa che ha per oggetto i bambini.

Periodo refrattario: caratteristica tipicamente maschile che impedisce all'uomo di avere più orgasmi di seguito prima che sia trascorso un certo tempo tra un rapporto sessuale e quello successivo. La sua durata è variabile da persona a persona. Tende ad aumentare con l'età

Perineo: regione muscolare della parte inferiore del bacino delimitata anteriormente dall’osso pubico, posteriormente dal coccige e lateralmente dalle cosce. Il perineo comprende le strutture anatomiche che regolano la minzione, l'evacuazione, e il parto: muscoli, tendini, legamenti, nervi ecc.

Petting: indica pratiche erotiche masturbatorie reciproche che possono culminare nell’orgasmo ma in assenza di penetrazione.

Piccole labbra: sottili pliche di pelle poste al di sotto dello spazio circoscritto dalle grandi labbra. Sono dette anche ninfee e come le grandi labbra possono variare da donna a donna per forma, colore e dimensione.

Pillola abortiva: metodo usato per interrompere una gravidanza già in corso. In Italia è ancora in fase sperimentale, mentre in altri Paesi è usato come sostituto dell'intervento abortivo vero e proprio.

Pillola anticoncezionale: metodo contraccettivo orale femminile a base di estrogeni e progestinici dell’efficacia del 99,9 %.

Pillola del giorno dopo: contraccettivo orale da assumersi subito dopo un rapporto sessuale a rischio entro 72 ore (da non confondere con la pillola abortiva).

Plateau: fase della risposta sessuale in cui vi è un innalzamento repentino dell'eccitazione sessuale. Trova il suo picco massimo nell'orgasmo, anche se, a volte, dopo il suo innalzamento, può rimanere costante senza arrivare al culmine.

Polluzione (notturna): emissione involontaria di liquido seminale durante il sonno, non necessariamente legata a sogni con sfondo erotico/sessuale.

Pornografia: descrizione di rapporti sessuali talvolta anche estremi a mero scopo commerciale.

Prepuzio: lembo di pelle scorrevole che ricopre il glande nell’uomo. Nella donna è il lembo di pelle formato dalle piccole labbra che ricopre il clitoride.

Priapismo: mancato deflusso sanguigno nel pene con conseguente protrarsi dell’erezione che causa dolore.

Profilattico (preservativo): metodo contraccettivo maschile che consiste in una guaina in lattice lubrificata da infilare lungo tutta la lunghezza del pene eretto.

Prostata: ghiandola dell’apparato genitale maschile, situata nella cavità pelvica subito al di sotto della vescica. La sua funzione principale è quella di produrre ed emettere liquido seminale, uno dei costituenti dello sperma che contiene gli elementi necessari a nutrire e veicolare gli spermatozooi.

Pube: osso del bacino che saldato all’osso ileo e all’ischio costituisce l’osso dell’anca.

Punto G
(Grafenberg) : Dal nome del suo scopritore, zona erogena interna alla vagina particolarmente sensibile al piacere.

TORNA SU

Risposta sessuale: insieme di cambiamenti fisici e psichici che iniziano con l'eccitazione e si concludono con la fine dell'atto sessuale. Essa include quattro fasi: eccitazione, plateau, orgasmo e risoluzione.

Risoluzione: fase finale dell'atto sessuale in cui i parametri fisiologici (battito cardiaco, sudorazione, ecc.) modificatisi durante l'atto sessuale tornano ai valori pre-eccitatori.

TORNA SU

Sadismo: deviazione sessuale caratterizzata dalla ricerca del piacere attraverso l’inflizione intenzionale di dolore fisico o morale a un’altra persona.

Scatologia telefonica: perversione sessuale che consiste nel provare eccitazione attraverso telefonate oscene.

Scroto: sacca muscolomembranosa che contiene i due testicoli, gli epididimi e il primo tratto dei funicoli spermatici. E’ situato immediatamente sotto il pene, a cui è collegato, e ha dimensioni variabili non solo da persona a persona ma anche nella stessa persona a seconda dello stato di rilasciamento o di contrazione dei tessuti che lo compongono

Sessuofobia: Paura eccessiva nei confronti delle pratiche sessuali.

Sieropositivo: soggetto che ha sviluppato gli anticorpi HIV, ma che non ha ancora manifestato l’AIDS.

Sifilide: grave malattia a trasmissione sessuale determinata dal batterio spirocheta pallida.

Sodomia: pratica sessuale caratterizzata da penetrazione anale.

Spotting: piccole perdite irregolari di sangue dalla vagina. Potrebbero indicare delle irregolarità dei livelli ormonali.

Sperma: liquido seminale maschile prodotto nei testicoli e contenente spermatozoi, eiaculato durante l’orgasmo.

Spermiocoltura: è un esame colturale che consiste nell’analizzare la presenza di batteri o altri microorganismi patogeni nello sperma. Il test si rende necessario quando il paziente lamenta bruciore e /o dolore alla zona perineale, al pene, ai testicoli o in caso di spermiogramma alterato.

Spermiogramma:  analisi del liquido seminale finalizzata a valutare la qualità degli spermatozoi attraverso la verifica della forma, del numero e della motilità. Tale esame è lo strumento principale per la valutazione della fertilità maschile.

Sterilità: impossibilità maschile o femminile di avere figli per cause organiche o iatrogene.

Stupro: rapporto sessuale imposto con violenza a una persona non consenziente.

TORNA SU

Tampone vaginale: esame diagnostico che serve per verificare la presenza di microorganismi patogeni responsabili di processi infettivi a carico del tratto  vaginale  e /o della cervice uterina (in quest’ultimo caso si parla anche di tampone cervicale). Solitamente si ricorre a tale esame dopo che la paziente ha segnalato disturbi locali quali bruciori e/o dolori nel tratto vaginale, dopo la minzione o durante il rapporto sessuale.

Test di gravidanza: esame specifico che serve per verificare se una donna è incinta.

Transessuale: individuo che presenta le caratteristiche fisiche di un sesso ma psicologicamente sente di appartenere all’altro sesso. Da non confondere con l’omosessualità.

TORNA SU

Urinocoltura: analisi delle urine per la ricerca di microrganismi patogeni che causano infezioni al tratto uro – genitale. Come per gli altri tipi di esami diagnostici, si ricorre a tale esame dopo che il paziente ha constatato disturbi localizzati alle vie urinarie quali dolore e/o bruciore o cambiamenti anomali del colore dell’urina.

Urologia: disciplina medica che studia le malattie delle vie urinarie nel maschio che nella donna.

TORNA SU

Vagina: organo sessuale femminile posto nell’ultimo tratto del canale genitale. La vagina riceve lo sperma al momento dell’accoppiamento, da passaggio al flusso mestruale e al feto al momento del parto.

Vaginismo: disfunzione sessuale caratterizzata da uno spasmo involontario dei muscoli della vagina che rende dolorosa la penetrazione.

Vaginite: infiammazione della vagina che provoca secrezioni anomale, bruciori e pruriti.

Varicocele: presenza di vene varicose nello scroto. In conseguenza di ciò il sangue ristagna, la temperatura si alza e si avverte un calore eccessivo nello scroto. Questo calore provoca una minore produzione di spermatozoi e una notevole riduzione della loro motilità. E’ una delle più frequenti cause di infertilità maschile.

Verginità: colui o colei che non hanno sperimentato un rapporto sessuale completo.

Viagra: nome commerciale con cui è conosciuto il farmaco sildenafil citrato, impiegato per trattare l’impotenza negli uomini agendo sulle strutture vascolari del pene (corpi cavernosi) e favorendone l’afflusso di sangue all’interno di essi permettendo così l’erezione.

Voyeurismo: perversione sessuale caratterizzata dalla ricerca di piacere tramite l’atto dello spiare rapporti sessuali altrui.

TORNA SU

Zone erogene: parti del corpo o di organi estremamente sensibili all’eccitamento sessuale.

Zoofilia: deviazione sessuale che consiste nella ricerca del piacere attraverso stimolazioni e rapporti sessuali con animali.

Blablalab San Giovanni in Fiore (CS)